Nell’effettuare una disinfestazione calabroni quanto costa, è certamente il primo quesito che ci poniamo prima di rivolgersi ad una ditta specializzata.

I costi di una disinfestazione da vespe e calabroni dipendono da alcuni fattori, tra i quali l’entità dell’infestazione e le difficoltà per raggiungere il luogo dell’infestazione.

Le dimensioni dell’immobile da trattare e la tipologia del trattamento necessario sono altri fattori che incidono sul prezzo finale della disinfestazione.

In generale, operare in presenza di materiali accumulati e luoghi molto ingombrati inciderà sul costo della disinfestazione, che dipende sempre anche dal tempo impiegato per l’eliminazione dell’insetto e, soprattutto del suo nido.

Un sopralluogo è indispensabile per avere un dettaglio dei costi che, ad ogni modo in linea del tutto generale, i costi per una disinfestazione professionale si aggirano intorno ai 60 €. 

Si tratta di prezzi del tutto orientativi, che possono subire notevoli variazioni in base al caso specifico, contattaci e richiedi un preventivo personalizzato, gratuito e senza impegno!

Rimozione nido calabroni: identificazione

La vespa crabo, nome scientifico del calabrone, da adulto è lunga circa 2,50 cm e, nella colonia, le regine rappresentano il membro più grande.

I calabroni adulti hanno due paia di ali, sei zampe e la testa di colore bruno rossastro. Il calabrone dalla faccia calva invece, assomiglia a una versione più grande di una comune vespa giacca gialla.

I calabroni svernano vicino a piccole fessure sulle facciate delle case, sui tronchi e vecchi legni, spesso attratti dagli scarti vicino alle aree di ristorazione all’aperto. Angoli protetti sui tetti delle case e intradossi difficili da raggiungere forniscono all’insetto punti ideali dove nidificare, specialmente se vicini a fonti alimentari come fiori, bidoni della spazzatura e sporcizia stradale.

identificazione di un nido di vespe
cosa fare quando vediamo un nido di vespe sul tetto

Vespe e calabroni creano i nidi, utilizzando pasta di legno masticata e saliva, dando una loro specifica caratteristica e struttura, molto simile alla carta.

I nidi sono generalmente costruiti in luoghi protetti, con una temperatura calda, secca e con facile accesso all’esterno. Spesso, infatti, si possono trovare nidi di vespe nelle intercapedini, nei sottotetti, sotto le grondaie, in casette per uccelli, all’interno di cassoni delle tapparelle, rimesse e garage. 

Vedi anche  Attrezzatura per pulizie

Per riuscire a individuare un nido, è necessario osservare attentamente la traiettoria di volo delle vespe che appunto tornano dentro, soprattutto in estate, quando gli insetti sono più numerosi. 

Ma quanto sono grandi i nidi di vespe?

All’inizio un nido è molto piccolo. 

Quando una vespa regina inizia a costruire il nido in primavera, di solito le sue dimensioni sono contenute, come una noce o una pallina da golf. 

Poi, con l’avanzare dell’estate, il nido cresce rapidamente, come il numero delle vespe all’interno. Un nido può arrivare anche ad avere le dimensioni di un pallone da calcio, a volte anche di più, raggiungendo a fine estate, se non rimosso in tempo, il massimo grado di pericolosità.

identificazione nido di vespe

Sciame di vespe: quanto sono pericolosi?

Quando vespe e calabroni percepiscono minacce vicino ai loro nidi, diventano aggressivi e possono procurare punture dolorose.

I calabroni irritati possono anche schizzare una sostanza velenosa. Sebbene le punture non causino danni a lungo termine, il dolore è intenso e le persone allergiche possono avere serie reazioni. Quando qualcuno viene punto più volte o è altamente allergico alle sostanze irritanti dell’insetto, possono esserci reazioni sistemiche che si estendono all’intero organismo. 

Calabrone - Ape
reazioni in caso di puntura da vespe

Quindi, le punture di vespe e calabroni possono essere particolarmente sgradevoli, dolorose e alcuni casi anche pericolose

Generalmente, gli insetti con pungiglione, tendono a infliggere più punture nell’arco di poco tempo. Solo nel caso delle api, possiamo essere sicuri che ci pungerà solo una volta, in quanto, si tratta di un insetti pacifico e non aggressivo, anche perché l’ape dopo la puntura muore.

Tra le punture di insetti più dolorose, ci sono proprio quelle di vespe e calabroni, perché possono provocare reazione cutanee serie e importanti. Il loro veleno può generare anafilassi e shock anafilattico in individui, che presentano forti allergie. 

I più comuni sintomi di puntura di vespa sono: 

Ma come trattare una puntura di vespa? Ecco qualche piccolo consiglio.

Sarà opportuno pulire la zona con acqua e sapone per rimuovere il veleno; applicare del ghiaccio sulla puntura per ridurre tempestivamente il gonfiore e assumere un buon antistaminico per cercare di controllare eventuali reazioni allergiche. 

Mentre invece, in caso di gravi reazioni allergiche, bisognerà contattare prontamente un ambulanza

Eliminare le vespe: cosa fare?

I segni più evidenti di un’infestazione sono la presenza di adulti e dei nidi. Durante il periodo in cui vengono costruiti i nidi, è normale vedere i calabroni raschiare via sottili strati di legno da staccionate e vecchi tronchi.

Identificato l’insetto, il primo passo da fare per sbarazzarsene, è proprio quello di interpellare un esperto per il controllo dell’ infestazione.

Questi, dopo un accurato sopralluogo, svilupperà un piano di trattamento specifico per le tue esigenze. Anche se a volte è possibile, di solito non è mai saggio tentare qualsiasi sforzo fai-da-te.

Il controllo completo dell’infestazione può richiedere più interventi, fino a che tutti gli elementi della colonia vengano eliminati.

Alcuni programmi di disinfestazione possono includere piani di prevenzione che prevedono l’utilizzo di materiale di esclusione per impedire ad altri calabroni di entrare a nidificare nelle case, e l’indicazione, ai proprietari di giardini e cortili, di mantenere alberi e cespugli potati e areati. La rimozione del nido durante la disinfestazione è fondamentale, poiché altri insetti potrebbero infestare i vecchi materiali di nidificazione.

L’eliminazione delle vespe, quindi, è un’azione complessa e pericolosa, che deve essere assolutamente svolta da ditte professionali, con trattamenti e tempi corretti. 

Una disinfestazione professionale, è in grado di individuare ed eliminare il nido, inoltre, viene svolta in sicurezza durante precisi momenti della giornata, così da evitare rischi per la salute e la totale distruzione del nido e degli esemplari. 

Ricorda che un intervento professionale, garantisce tranquillità e la possibilità di sentirti al sicuro nei tuoi ambienti, al riparo da rischi e danni per la salute. 

interventi per rimuovere nido di vespe

Debellare nido di vespe: tipi di trattamento

Consultare un disinfestatore esperto ti consentirà di capire come è meglio procedere a seconda dei casi.

È possibile impiegare spray aerosol pronti all’uso, spray liquidi da apparecchiature di potenza o polvere insetticida. Questi prodotti vengono applicati all’ingresso del nido e aiutano a controllare i calabroni che entrano ed escono dal nido.

In alcuni casi è meglio operare di notte, quando i calabroni sono quasi tutti all’interno del nido. Se le popolazioni sono piccole, in luoghi esposti e facilmente accessibili, è possibile rimuovere il nido senza utilizzare insetticidi.

Anche in questo caso è meglio agire di notte, e si utilizzano appositi sacchi di plastica per coprire e sigillare l’ingresso del nido che potrà essere rimosso e smaltito.

Non dimenticare che, dal momento che i calabroni sono aggressivi e difenderanno furiosamente il loro nido, la rimozione deve essere fatta indossando un completo apeprotettivo.

Noi ti consigliamo di rivolgerti sempre a personale esperto e qualificato, se desideri tentare invece, una disinfestazione fai da te, devi essere consapevole che le vespe cercheranno di difendersi e le loro punture sono dolorose e pericolose, visto che anche i soggetti non allergici possono manifestare reazioni serie.

Fai attenzione e non sottovalutare mai il rischio. 

debellare le vespe d'inverno quando tendono a stare di più nei nidi

Le vespe vanno in letargo?

Quando arrivano i primi freddi, all'improvviso ci accorgiamo che in giro, non ci sono più zanzare, vespe, calabroni e api. Perché? Dove sono andate? Ogni insetto, ha il suo modo di affrontare l'inverno, per quanto riguarda le vespe, loro sopravvivono di anno in anno, grazie alla tecnica delle nuove regine, che una volta fecondate si nascondono al sicuro, nei sottotetti o nelle cavità di alberi, pozzi e intercapedini.

Contattaci per un preventivo gratuito e senza impegno, personalizzato in base al caso specifico e alle tue richieste. Rivolgiti ai veri professionisti