Sicuramente avrete già sentito o richiesto un servizio di pulizie post mortem: si ha quando, ci si trova difronte alla decomposizione di un cadavere in un’abitazione, qualunque sia la causa della morte.

In questi casi, si rende necessario intervenire con pulizie post mortem, per la bonifica e la sanificazione degli ambienti contaminati. 

Si rende fondamentale, soprattutto nella situazione sanitaria di pandemia mondiale da Covid-19 che stiamo affrontando, infatti, la stessa decomposizione di un cadavere e la conseguente bonifica rappresenta un rischio per la popolazione, in modo specifico per operatori sanitari ed esperti forensi: maggiormente a rischio di contaminazione, specialmente durante le procedure post mortem.

In cosa consiste il servizio e come viene svolto nel modo corretto?

Servizio di Pulizie Post Mortem

Potrebbe succedere spesso di trovare un cadavere in un’abitazione o in un edificio e le cause possono essere davvero tante: suicidio, morte naturale oppure omicidio, ad ogni modo, successivamente andrà effettuata una bonifica post mortem professionale e mirata.

In ogni tipo di contesto, sia in caso di morte naturale o di una scena del crimine, risulta evidente la necessità di una pulizia approfondita dei luoghi con morti o corpi in decomposizione, chiamata sanificazione o bonifica post mortem. 

Bonificare e sanificare gli ambienti significa eliminare le tracce di sporco visibile ma anche virus e batteri presenti, per evitare malattie e problemi igienico-sanitari.

post mortem
bonifica post mortem

Bonifica Post Mortem

Infezioni e agenti patogeni rappresentano un vero pericolo per gli operatori che intervengono sui defunti: infatti, le sale attrezzate per le autopsie rappresentano un agglomerato di potenziali virus

In questo delicato periodo, le misure di prevenzione già presenti sono diventate ancora più rigorose. Il pericolo di malattia e la facilità di trasmissione rendono le infezioni molto temute, soprattutto per chi si occupa di autopsie, in quanto, non solo il personale sarà esposto direttamente alle infezioni, ma le trasmetterà anche ad altri. 

autopsia
Autopsia
Fase 1: Precauzioni Pre Autopsia

Cadavere rigorosamente riposto in una sacca, con chiusura ermetica, così da non perdere eventuali liquidi corporei infetti. Gli operatori potranno maneggiare il corpo SOLO con DPI, disinfettare la sacca da trasporto, ancora prima di smaltirla e conservare il cadavere all’interno di un obitorio regolare, con ventilazione a parte.

Fase 2: Pulizia Post Decesso

Dopo l’autopsia, si passa alla fase di sanificazione, decontaminazione e pulizia post decesso: fondamentale per la sicurezza. La “contaminazione visibile”  dovrà essere rimossa completamente prima dell’inizio del processo di decontaminazione e dopo aver prelevato campioni organici da inviare al laboratorio per essere analizzati. Verrà poi eseguita la procedura di pulizia per contaminanti del sangue e dei fluidi corporei.

servizio pulizie post mortem
Pulizia Post Mortem

Tutte quelle operazioni che riguardano la bonifica di infezioni provenienti da materiale organico o fluidi corporei, vengono gestite dalla Biosicurezza, rappresentano l’insieme di precauzioni standard (universali) per il controllo delle infezioni, come stabilito dal CDC degli Stati Uniti, dal National Institutes of Health, o dall’Organizzazione mondiale della sanità OMS.

E’ spesso difficile accertare quali casi ospitano agenti infettivi o meno; proprio per questa ragione, le procedure di biosicurezza vengono svolte da personale altamente qualificato e specializzato.

Vedi anche  Pulizia scuole

Sanificazione Post Mortem

Il servizio di pulizia e bonifica post morte viene svolto utilizzando macchinari specifici per operazioni di pulizia profonda e detergenti idonei alla sanificazione delle superfici, capaci di rendere i locali idonei ad essere nuovamente abitati in sicurezza.

Grazie alla professionalità e competenza del personale impiegato, anche situazioni in cui si ha a che fare con corpi in decomposizione e la relativa problematica di contaminazione, sono facilmente risolte.

Infatti, a volte capita di trovare un cadavere dopo molto tempo, magari perché viveva in solitudine e nessuno ne ha denunciato la scomparsa. Spesso sono proprio i vicini di casa a richiedere l’intervento delle autorità competenti quando non vedono un vicino da molto tempo o sentono odori strani provenire da un appartamento.

Si tratta di situazioni delicate dal punto di vista igienico, nelle quali solo persone specializzate ed esperte possono adoperarsi al meglio e con le attrezzature più idonee per assicurare la sanificazione ambientale.

Anni di esperienza fanno si che il servizio sia svolto con la massima delicatezza, per ridurre al minimo i disagi delle persone coinvolte e al contempo permettere un rientro nei locali in totale sicurezza, purificando l’aria da odori sgradevoli e ogni superficie da qualsiasi traccia di liquidi biologici, così da evitare rischi per la salute.

Contatta gli esperti di Eco-Work per una consulenza mirata e professionale, così da richiedere anche un preventivo personalizzato e gratuito, tenendo conto della complessità dell’intervento da svolgere, della durata e del tipo di sanificazione post mortem che viene richiesta.